Invasione!

Giacomo Gerboni, giovane artista parmigiano, propone un workshop multidisciplinare, con tema centrale l’identità

I nostri artisti hanno cominciato a lavorare con le parole, a scrivere canzoni e testi di riferimento. La nostra “tavola quadrata” ci ha presto portati in un’altra dimensione: alieni e pianeti sono diventati protagonisti delle nostre mattine. 

Subito dopo ogni artista si è sporcato le mani lavorando con carta di giornali, colla vinilica e tempere. Le maschere da alieno sono pronte.

Nella fase tre, Atelier I Cachi si è trasformato in uno studio di registrazione: con il supporto di alcuni amici di Giacomo, gli artisti-alieni hanno potuto raccontare la loro storia e riprendere ad alcune curiose domande.

Tutto pronto per scendere nelle strade dell’Oltretorrente dove, seguiti da troupe cinematografica, i nostri alieni hanno girato un videoclip!

L’intero workshop è stato svolto con la collaborazione della Cooperativa I Girasoli.

Da dove nasce Invasione? E’ lo stesso Giacomo Gerboni a spiegarcelo:

“All’inizio del 2021 ARTETIPI mi ha chiesto di pensare ad un progetto che esplorasse le loro identità, come spazi vissuti, spazi aperti. Spazi che vorrebbero essere conosciuti e riconosciuti, per cercar di diventare punti culturali di riferimento vivo per il quartiere.
Ho proposto di realizzare un video clip sperimentale. Questo magico contenitore al suo interno custodisce la canzone, con le parole e la musica; la performance, con il ballo e la recitazione; l’animazione, con il disegno e le grafiche; l’ambientazione, con la moda, l’installazione spaziale e il design.
Dopo i primi giorni di lavoro su carta sono apparsi gli Alieni. Mi è sembrato subito un incontro molto interessante, un immaginario forte ma anche aperto a possibili interpretazioni allegoriche. Abbiamo quindi deciso di organizzare un’invasione aliena dell’Oltretorrente.
Un’invasione al contrario, in cui gli alieni arrivano per liberare, per rivelarsi, non per conquistare, ma per far dono della loro energia alternativa.
Abbiamo realizzato delle maschere di cartapesta per la metamorfosi.
Gli alieni portano in dono al quartiere e ai suoi abitanti una semplice coreografia che cercheremo di divulgare. Che effetto avrà sugli umani?”. 

Allestimento per il World Wide Hair Tour di Davines