Reverso

“Reverso-Percorsi di inclusione locale”, è un progetto finanziato dalla Regione Emilia Romagna (all’interno del Bando per progetti di rilevanza locale: Dgr 689/2019).

Il progetto è portato avanti da una Rete interassociativa composta da: On/Off (capofila) Anffas, Anmic, Prader-Willi Emilia Romagna, Noi Uniti per l’Autismo, Artètipi e Gioco Polisportiva, con il supporto di Csv Emilia-Forum Solidarietà

Il tema è l’inclusione sociale delle persone con disabilità.

Il titolo, REVERSO, prende il nome da un discensore, utilizzato per le cordate in arrampicata, attento alle corde più sottili. Fuor di metafora: attenzione all’altro, da soli non si va da nessuna parte

 

Artètipi per Reverso

Mattia Fiordispino crea il logo del progetto e con queste parole descrive la sua idea: “È questa la fonte d’ispirazione della V di reVerso. È una segnaletica di sicurezza che viene messa vicino alla presa d’aria dei motori a reazione, soprattutto su quelli che decollano dalle portaerei, che c’è del personale di terra che lavora in spazi stretti a contatto coi jet. L’avevo disegnata perché è un tipo di decorazione che uso spesso quando costruisco gli aerei.”